giovedì 30 agosto 2012

Book Corner - Intervista col Vampiro


Sinossi

"Una stanza buia. Un registratore acceso. Un giornalista. E un vampiro. Da quasi due secoli, ormai, Louis de Pointe du Lac non è più un uomo: è una creatura della notte, e ha tutta la notte a disposizione per convincere Daniel, il giornalista, che la storia che gli sta raccontando è vera. Così come è vero il suo volto, tanto pallido ed esangue da sembrare trasparente, di una bellezza soprannaturale e per sempre cristallizzata. Louis racconta di come abbia ricevuto il dono (o forse la maledizione?) della vita eterna proprio quando non desiderava altro che la morte. È il 1791, è un'altra New Orleans, e Louis, in seguito al suicidio dell'amatissimo fratello, vorrebbe soltanto seguirne il destino. Ma la seduzione del dono oscuro è potente, specialmente se ha i modi, la voce e l'aspetto di Lestat. Sensuale e affascinante, crudele e allo stesso tempo capace di profonda commozione, Lestat ha bisogno di Louis tanto quanto Louis ha bisogno di lui. Quando infine, dopo anni di scorribande notturne, Louis sta per decidersi ad abbandonare Lestat, questi gli fa il regalo più grande: Claudia. Una bambina di appena cinque anni, in fin di vita, che solo il dono oscuro può salvare. L"unico peccato che il sacrilego e irriverente Lestat non si può permettere: creare una vampira di soli cinque anni. Una vampira bambina, che non crescerà mai. E sarà l'inizio della fine."

Titolo: Intervista col Vampiro
Serie: Le Cronache dei Vampiri #1
Autore: Anne Rice
Formato: Copertina Flessibile 
Pagine: 361 
Editore: TEA 
Collana: Teadue 
Prezzo: 9 Euro 

Tempo di lettura: 4 giorni
_____________________________

E' la seconda volta che leggo questo libro ed è la seconda volta che posso affermare di aver assolutamente amato questo capolavoro di Anne Rice. 

Il primo vero libro che ci racconta guardando dal punto di vista dei vampiri, in modo profondo cosa e chi sono, attraverso l'intervista che rilascia Louis nel 1993 ad un giovane giornalista, nella quale racconta l'inizio e l'iniziazione della sua vita da vampiro.
La storia che lui racconta inizia nel 1791 nella città di New Orleans dove vive ormai solo, ha perso sua moglie e suo figlio e il vampiro Lestat decide di portarlo con sé nella vita dei vampiri. Da qui tutto si trasforma, la sua percezione del mondo che lo circonda come lo ha sempre visto e sentito verrà mutata per sempre ed i colori, gli odori, i suoni, i sensi saranno quelli di un vampiro.Il suo nuovo modo di percepire non sarà però parallelo a quello di Lestat che è un essere cinico e distaccato, Louis continua a rimaner legato al suo essere mortale anche se non lo è più, il ricordo della sua vita precedente è ancora troppo vivida e il sentimento della pietà continuerà a restare vivo in lui ancora per molto tempo.
Nelle loro vite entra a far parte un personaggio di nome Claudia, una bambina che diventerà anche lei un vampiro, ma ciò accadrà quando lei è ancora bambina e questo la condannerà a rimanere per sempre imprigionata nel suo corpo da bimba mentre i suoi pensieri, la sua mente ed i suoi sentimenti cresceranno e cambieranno diventando adulti in modo direttamente proporzionale con l'aumento della sua età.
Nel percorso di vita che stanno intraprendendo insieme le differenze tra Louis e Lestat diventano sempre più marcate e profonde e le ferite insanabili così Louis prenderà la sua strada andando via con Claudia da una vita che sente non appartenergli più e va alla ricerca di altri vampiri nel vecchio continente. Troveranno altri vampiri in Francia, a Parigi nel famoso Théâtre des Vampires.Lì incontrerà Armand, vampiro affascinante e potente.
Agli occhi di tutti gli altri vampiri Louis conduce una vita molto singolare, è un continuo scontro di ideali e di visione della vita, non riesce a non provare rimorso, ha un legame ancora troppo forte con i sentimenti della vita umana che sono per lui ormai un gran limite.Non c'è più bene e male inteso nel senso canonico del termine, c'è rimorso e non rimorso per quello che si deve comunque fare per non morire o per vivere come ci si sente di vivere.

Questo romanzo capolavoro di Anne Rice è ricco di dettagli sulla psicologia dei vampiri che popolano le sue pagine e questo a mio parere riesce a segnare profondamente l'andatura del libro.Non annoia, ma intriga, e porta nel più profondo di queste menti vampiresche tanto da convincere il lettore (in questo caso me, ma con me la Anne Rice ha sfondato una porta aperta su quest'argomento!) che i vampiri che incontriamo in Intervista col Vampiro siano veri, che esistano davvero.

Per me è un capolavoro. Una narrazione decisa e profonda, ricca, quasi barocca.I vampiri di queste Cronache sono tutti dotati di personalità molto forti, hanno dalla loro parte anche molta audacia, molta intelligenza, spesso rabbia.I vampiri grazie ad Anne Rice riescono a portare dalla loro parte una gran fetta di pubblico, loro sono spavaldi, profondi, dotati di sarcasmo, intelligenti, oscuri, affascinanti ed enigmatici.
A mio parere un libro che deve essere assolutamente letto, un romanzo che inizia una serie di libri che magistralmente inventa una nuova realtà tanto cruda quanto affascinante riguardo i vampiri.

La trasposizione cinematografica è stata fatta nel 1994 con il film omonimo e che ha riscosso un grande successo portando alla conoscenza dei più questo libro. Ricco di bravissimi interpreti come Tom Cruise, Brad Pitt, Antonio Banderas e Christian Slater.Molto interessante è anche la colonna sonora inserita nello stesso film e che comprende 19 (quasi tutti) 
stupendi brani.

xoxo Connor

Acquista il libro e il film su Amazon.it

                 

Foto by Connor

Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia del tuo passaggio, fammi sapere il tuo pensiero. Il tuo parere è la cosa più importante e i commenti sono la benzina per il mio blog! Grazie!