giovedì 27 settembre 2012

Book Corner – La Chimera


Sinossi

"Nel 1610 Zardino è un piccolo borgo immerso tra le nebbie e le risaie a sud del Monte Rosa. Un villaggio come tanti, e come tanti destinato a essere cancellato senza lasciare tracce. C'è però una storia clamorosa, soffocata sotto le ceneri del tempo, che Sebastiano Vassalli ha riportato alla luce: la storia di una donna intorno alla quale si intrecciano tutte le illusioni e le menzogne di un secolo terribile e sconosciuto. Antonia, una trovatella cresciuta nella Pia Casa di Novara, un giorno viene scelta da due contadini e portata a Zardino, dove cerca di vivere con la fede e la semplicità che le hanno insegnato le monache. Ma la ragazza è strana, dice la gente. Perché è scura d'occhi, pelle e capelli, come una strega, e una volta è svenuta al cospetto del vescovo Bascapè, l'uomo che doveva diventare Papa e che si è messo in testa di trasformare in santo chiunque abiti quelle terre. E poi perché Antonia è bella, troppo bella, ed è innamorata, ed è indipendente: in lei ci dev'essere per forza qualcosa di diabolico... Vassalli illumina gli angoli più oscuri di un secolo senza Dio e senza Provvidenza, ricostruendo un episodio che è stato crocevia di molti destini e che, in un turbine di menzogne e fanatismi, ci dice molto di come si è formato il carattere degli italiani."

Titolo: La Chimera
Autore: Sebastiano Vassalli
Formato: Brossura
Pagine: 308
Editore: Einaudi (1990)
Collana: ET. Einaudi Tascabili. Scrittori
Prezzo: 11 Euro

Tempo di lettura: 5 Giorni
________________________________

"La Chimera" è ambientato in un paesino della bassa, nella zona di Novara ed è la storia di Antonia.
In tutto questo romanzo c'è una grande e profonda ricerca storica che Vassalli riporta in ogni tratto del suo raccontare, dalle tradizioni alle leggende, dalle abitudini alla psicologia delle persone, dalla cultura ai modi di vivere, e quant'altro.
E' l'inizio del 1600.
Antonia è orfana e viene adottata da una coppia di contadini, che contrariamente alle usanze dell'epoca, la trattano come fosse loro figlia legittima. La ragazzina cresce insieme alla sua amica Teresina in queste campagne, tra finti preti che si arrogano il diritto di predicare, alla scoperta di persone e storie.
I risaroli, i Lanzichenecchi, il vescovo che cerca di rendere la chiesa più rigida anche nei paesi.
Antonia cresce e diventa molto bella, tanto che la di lei bellezza viene dipinta sul volto di una Madonna in un'edicola da un pittore, e trova anche un fidanzato.Tutti però invidiosi della sua bellezza e del suo modo di essere riconducono ogni accadimento negativo non alla malasorte ma a lei che viene tacciata ben presto come strega e segnalata all'inquisizione che ben presto verrà a far visita al suo paese, Nardino, per interrogare i suoi compaesani.
Tutti la condanneranno e testimonieranno a suo sfavore dichiarandola una strega, gli unici che la difenderanno dicendo la verità e gridando la sua innocenza sono i suoi genitori adottivi e la sua amica Teresina. Ma sotto torture e violenze insopportabili al fine Antonia confessa ciò che non ha fatto e neanche mai pensato di essere, una strega, confessa ciò che gli dicono di dire. E viene condannata a morte, al rogo, nel posto dove ogni notte incontrava il suo fidanzato.

Quanta amarezza può portare nel cuore la coscienza di essere circondati da persone che vedono attraverso occhi che hanno il filtro dell'ignoranza, dell'invidia, della cattiveria, della stoltezza. Quanto dolore può provocare il dolore inflitto solo ed esclusivamente per provocare del dolore fine a se stesso.
Quanta rassegnazione ci può essere in un cuore accusato di essere ciò che non è solo perché superiore agli altri cuori in bontà, generosità e grandezza di spirito.

Da leggere per sapere di più su alcune zone della nostra Italia, per sapere di più sul nostro passato, per leggere un libro scritto egregiamente con un'infinità di informazioni precise e dettagliate su tutto ciò che riguarda il nostro passato delle tradizioni e della cultura popolare.
Da leggere perché la storia di Antonia fa venire il "groppo in gola"... e commuove, perché questa è una storia inventata, ma non ce ne sono di tanto diverse che sono accadute nel passato...

Vorrei copiare qui un passo del libro che parla della mia città, di Roma, e la descrive meravigliosamente per come era all'epoca... e un po' anche com'è ora.

"...e il suo pensiero scivolò indietro nel tempo, ritornò a Roma. Laggiù nella Casa dei Padri Barnabiti c'era una terrazza che s'affacciava sui tetti e sulle cupole d'Oltretevere e ci si stava anche d'inverno, con il sole: a leggere, a studiare, a conversare d'argomenti teologici... In primavera poi s'usciva fuori porta, dalle mura di Campo Santo o dal Castello; si andava all'Isola e verso il Colosseo, in una nuvola di fiori di mandorlo, di pesco e di ciliegio, tra le rovine dei templi e gli orti e le casupole della città morta, simili più a rifugi per animali che a dimore umane; lì, in mezzo a quelle casupole, s'incontravano ancora quei pastori con le ciocie ai piedi e la pecora sulle spalle che assomigliavano al Buon Pastore delle prime rappresentazioni cristiane, e c'era ovunque un venticello che ti stimolava, ti eccitava, ti faceva star bene e sentire bene: il ponentino! Allungandosi la passeggiata, si finiva a desinare in una delle antiche osterie fuori porta dove ci si sedeva attorno a certe tavole lunghe, con tante altre persone che non si conoscevano tra loro: monsignori e venditori di terraglie, pellegrini e madri badesse, vescovi e barrocciai, briganti da strada e musicisti e pittori se ne stavano tutti insieme, senz'ombra di imbarazzo o di fastidio, a contatto di gomito...
Queste cose succedevano a Roma, e non avrebbero potuto succedere in nessun'altra parte del mondo. Soltanto in quel luogo consacrato dai millenni tutto ciò che c'è stato e ci sarà può convivere con tutto: l'alto e il basso, il vecchio e il nuovo, la religione e l'empietà, il fasto e la miseria, perfino Dio e il Diavolo sembravano aver trovato un equilibrio stabile e duraturo in quella città, dove tutto è già accaduto, e mica una sola volta! Mille volte. Così anche in quelle osterie sperdute nella campagna laziale, lungo le antiche strade consolari infestate dai briganti, dove si poteva finir sgozzati ad ogni passo per pochi giulii... Ci si sedeva fuori sotto il pergolato e poi arrivavano gli stornellatori con i loro liuti a cantare l'amore, gli occhi della madonna, la primavera e il ponentino: e lì era Roma, come era Roma nella nebbia degli incensi e nel fragore dei canti gregoriani che facevano vibrare le colonne della nuova Basilica San Pietro, centro del mondo, anticamera di Dio...
Per secoli, per millenni, la città di Roma s'era beata nella sua luce, nella sua storia, nei suoi aromi d'abbacchio e di rosmarino e nulla al mondo, o quasi nulla, sembrava potesse scandalizzarla..."

xoxo Connor


Acquista il libro su Amazon.it

           

Foto da qui

Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

giovedì 20 settembre 2012

Book Corner - New Moon


Sinossi

"Dopo "Twilight", miscela di romance e vampire story, arriva il secondo volume della saga di Bella ed Edward. Il giorno del diciottesimo compleanno di Isabella un piccolo incidente domestico riesce a mettere in crisi la tranquillità della sua vita in compagnia del fidanzato-vampiro Edward e della famiglia di lui: le ripercussioni sono tali da convincere la famiglia ad abbandonare la cittadina dove abitano, e Edward a lasciare Bella. La ragazza vive un lungo periodo di solitudine e tristezza, in cui taglia i ponti con le proprie amicizie e si rinchiude in se stessa, fino alla quasi casuale riapparizione nella sua vita di Jacob Black, il giovane indiano che per primo aveva fatto nascere in lei i dubbi sulla vera identità della famiglia di Edward. Più il rapporto di amicizia tra Jacob e Bella si rafforza, più lei sembra tornare alla normalità che le mancava da tempo. Ma la quiete appena ritrovata è turbata da eventi misteriosi, tra cui una strana serie di omicidi ai margini della foresta e l'apparizione di nuove, strane creature della notte."

Titolo: New Moon
Autore: Stephenie Meyer
Formato: Rilegato
Pagine: 446 
Editore: Fazi Editore (1 Gennaio 2007) 
Collana: Lain 
Prezzo: 19 Euro 

Tempo di lettura: 2 giorni
________________________________

La fortunatissima saga di Twilight ha il suo secondo titolo nel libro New Moon che inizia nel giorno del diciottesimo compleanno della protagonista Bella Swan che di pessimo umore non ha nessuna intenzione di festeggiare. 
L'unico regalo che vorrebbe in realtà sarebbe quello di essere trasformata in vampiro per diventare come il suo amato Edward. 
La sera dello stesso giorno però in casa Cullen dove abita Edward con la sua "famiglia" di vampiri le viene organizzata una festa a cui non può sottrarsi. I festeggiamenti sono appena iniziati che Bella inavvertitamente si ferisce scatenando delle reazioni non programmate ed inizia ciò che porta la svolta alla vita che a lei sembrava correre nella direzione della felicità. 
Nel giro di pochi giorni Edward e la famiglia Cullen lasciano Forks per evitare di essere degli ulteriori pericoli per Bella, e proprio così inizia il calvario per lei. 

Un aiuto per il suo cuore distrutto è la possibilità di approfondire la conoscenza con Jacob Black e in breve questa amicizia diventa quasi una dipendenza per entrambi: per Jacob perché si innamora di Bella, per Bella perché è un ricovero per il suo cuore distrutto dall'allontanamento di Edward. Bella sa di non poterlo dimenticare, ma prova ad auto convincersi che potrebbe rendere felice Jacob in qualche modo, magari, un giorno. 
Non ci metterà molto a scoprire che il legame che la lega a Jacob è molto più profondo, perché anche lui in realtà non è umano, è un licantropo. La difende dai vampiri Laurent e Victoria tornati per vendicare la morte di James, ma questo permetterà ad entrambi di potersi aprire e raccontarsi i segreti che dovevano tenere nascosti e che li logoravano, finalmente potranno condividere con qualcuno di cui si fidano le cose che nessun'altro può sapere. 
Un giorno tuffandosi da uno scoglio Bella rischia di morire, ed Alice, sorella di Edward, durante una sua visione vede tutto, ma per una serie di equivoci e malintesi ad Edward arriva il messaggio che Bella si è suicidata. Accecato dal dolore decide di chiudere la sua esistenza e si mette in viaggio per l'Italia per andare a chiedere alla spietata famiglia dei vampiri Volturi di poter mettere fine alla sua vita. 

Bella ed Alice in una corsa contro il tempo proveranno a raggiungerlo prima che sia troppo tardi e cercheranno di salvarlo, costi quel che costi.

Bene appena iniziato il libro subito una valanga di domande e di curiosità sono saltate fuori e mi hanno costretto a leggerlo tutto d'un fiato per sapere la risposta a tutti i dubbi e a tutte le mie domande... ovviamente ad ogni risposta che trovavo, trovavo anche altre cinque domande, per cui alla fine del libro, sono rimasta con una curiosità tale che quasi vorrei prendere su subito il prossimo libro e iniziare subito a leggere.

Ecco le frasi che vorrei conservare del libro

"Lo fissavo e desideravo più di ogni altra cosa che il futuro non arrivasse mai. Che quel momento potesse durare in eterno o, al contrario, che cessasse portandomi con sé."


"Sì, era come se qualcuno fosse morto. Come se fossi morta io."

"Ero sopravvissuta a momenti ben peggiori. Ormai, cos'altro avrebbe potuto spaventarmi? Avessi visto la morte in faccia, mi sarei messa a ridere."

"Se ci sei tu, non ho bisogno del paradiso."

"Era il Paradiso... ma al centro esatto dell'Inferno"


xoxo Connor

Accquista il libro e il film su Amazon.it

                  

Foto da qui 

Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

domenica 9 settembre 2012

Awards – Kreativ Blogger

Oggi faccio un post per ringraziare la dolcissima Demi del blog Beauty and the Mist per aver assegnato questo bellissimo premio per la creatività dei post che si trovano su The Connor Nation.
Have a great Sunday everyone!
xoxo Connor

venerdì 7 settembre 2012

Awards – Blog Diamond


Un nuovo premio è arrivato per il blog The Connor Nation.
Ad assegnarlo è stata Audrey del blog Borderline uno dei miei blog preferiti, che vi consiglio di andare a visitare!

Grazie Audrey per aver pensato a questo blog!
xoxo Connor


giovedì 6 settembre 2012

Book Corner - Arcobaleno


Sinossi

"Orfana del padre, Eiko vive con la madre e la nonna, proprietarie di un ristorante. Finito il liceo, la giovane decide di trasferirsi a Tokyo e trova un'occupazione in un ristorante indonesiano, l'Arcobaleno. Alla morte delle due donne, si ritrova completamente sola. Per vincere il dolore della perdita, Eiko si concentra completamente sul suo lavoro. Il signor Takada, proprietario dell'Arcobaleno, si dimostra molto solidale e comprensivo con lei e le propone di aiutare la moglie incinta nella conduzione domestica. Questo nuovo impegno, a contatto con un ambiente in apparenza tranquillo, consente a Eiko di riprendersi. Ma presto si accorge di quanto siano orribili i rapporti tra il marito e la moglie, fatti di bugie e tradimenti."

Titolo: Arcobaleno

Autore: Banana Yoshimoto
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 135
Editore: Feltrinelli
Collana: Universale Economica
Prezzo: 6,50 Euro

Tempo di lettura: 1 giorno
______________________________

Arcobaleno è stato scritto dall'autrice Giapponese Banana Yoshimoto nel 2002 e pubblicato in Italia da Feltrinelli nel 2003 nella collana i Canguri.La sua trama parla di Eiko una ragazza che lascia a zona natia, zona di mare, dove è nata e cresciuta e dove la sua famiglia gestiva un ristorante per trasferirsi a Tokyo e lavorare in un ristorante Tahitiano.Dopo la morte della nonna e della mamma Eyko non regge più i suoi ritmi di vita e il gestore del suo ristorante le concede un periodo di riposo facendola lavorare come domestica nella sua casa prima poi lasciandole del tempo libero per farle fare un viaggio proprio a Tahiti. In questo periodo di tempo Eiko si rende conto dei suoi reali sentimenti verso le persone che la circondano e del loro modo di vivere.

Questo libro è un continuo avvicendarsi di racconti della vita di Eiko fino al momento in cui parte per il suo viaggio a Tahiti e di momenti della sua vacanza in cui analizza e mette a fuoco il suo modo di essere e il suo modo di approcciarsi alla vita, alle emozioni e alla realtà.Prende delle posizioni rispetto a tutto quello che è ed è stata la sua vita fino a quel momento perché capisce che la bellezza della vita sta nello stupirsi e nel godere prima di tutto della meraviglia che ci danno le piccole cose.E' così bello vedere i colori e la vivacità di quei posti incantati e puri attraverso la vista inizialmente annebbiata e poi man mano più vivida e vivace della protagonista. Una Eiko che potremmo in realtà essere noi in prima persona.

Spesso ci si appanna la visione della vita e non ce ne rendiamo conto perdendo di vista gli obbiettivi primari della nostra felicità.Un libro che non sai come va a finire fino all'ultima pagina perché come solo Banana Yoshimoto sa fare, un momento le sue parole hanno il sapore di malinconia, un altro di ottimismo.

A questo libro ho sentito di legare un brano di Ryuchi Sakamoto un compositore Giapponese.La stessa autrice ha scritto la prefazione del libro "Ryuichi Sakamoto. Conversazioni" scritto dall'Italiano Massimo Milano in cui sono riuniti saggi e conversazioni dell'artista.Il brano che ho scelto si chiama "Aqua" e l'ho selezionato proprio perché il tema predominante di questo libro è l'acqua, del mare o sotto forma di pioggia e questa composizione credo accompagni perfettamente la lettura di Arcobaleno.


Le frasi che vorrei conservare del libro

"A me succede sempre così. Quando mi accorgo delle mie emozioni, all'inizio non riesco mai a mettere a fuoco la situazione. Solo dopo che la confusione si è trasformata in immagini, allora tutto mi appare chiaro. Non si tratta di stupidità, ma della prova che il mio animo non è corrotto, una cosa di cui vado orgogliosa. Il trucco sta nell'abbandonarmi al torpore fintanto che non prendo coscienza, attendendo senza scuotermi di risvergliarmi spontaneamente. Solo quello che emerge in quel momento rappresenta la mia verità."

"Per me i veri angeli sono le persone che in certi momenti compaiono all'improvviso a dare luce alla vita."

xoxo Connor

Acquista il libro su Amazon.it

          

Foto by Connor

Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale