giovedì 17 gennaio 2013

Book Corner - Nel Ritmo Del Piacere

Sinossi
"È una notte di lunedì al Brighton Dome, due settimane prima dell'uscita di Girls On Film, il nostro terzo singolo. Una settimana dopo il mio ventunesimo compleanno. Le luci si abbassano e attacca Tel Aviv. Ma sta capitando qualcosa di strano. Nessuno di noi riesce a sentire la musica. Che succede tra il pubblico? È il suono della folla che si fa sempre più rumoroso. Un continuo crescendo. Un coro. Sono urla. Poi entriamo sul palco, attraversando il sipario di sicurezza. Un brivido di paura ci percorre. Ci scambiamo sguardi apprensivi. Una smorfia compare sui nostri volti, come per dire "sarà tutto vero?". E il sipario si alza sulla nostra nuova vita". Con i Duran Duran, John Taylor ha prodotto alcune delle canzoni più belle e importanti della nostra epoca. Dai bagliori disco del singolo d'esordio, Planet Earth, fino al loro ultimo album "numero uno", All you need is now, i Duran Duran hanno sempre avuto il potere di far perdere la testa al mondo intero. Per John è stata una corsa di trent'anni, selvaggia, emozionante e... pericolosa. Adesso racconta la sua incredibile storia. Un romanzo di sogni realizzati, di lezioni imparate e di demoni conquistati. Stracolmo di ricordi ed emozioni, scritto con ironia, grande onestà e matura saggezza."
Titolo: Nel Ritmo Del Piacere
Autore: John Taylor
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 332
Editore: Arcana (28 Novembre 2012)
Collana: Arcana musica
Prezzo: 18,50 Euro

Tempo Di Lettura: 5 giorni
 ________________________________
Il Titolo originale di questo libro è " In The Pleasure Groove: Love, Death & Duran Duran", il nome dell'autore è John Taylor. Devo aggiungere altro?
Lo desideravo tanto e finalmente a Natale sono riuscita ad averlo!
In questo libro scrive e ci racconta di lui e principalmente degli anni '70 e '80 della musica che ascoltava, suonava, scriveva, sognava di suonare, lo ispirava, e i musicisti che erano dentro e intorno a quella musica e alla sua vita. L'approccio alla musica e al mondo che la circonda per ognuno è diverso, ed è differente anche il modo in cui si sviluppavano le produzioni e le creazioni, le industrie discografiche e il loro mercato anche solo pochi anni fa. Alcune volte si sofferma sui dettagli tecnici delle registrazioni e della strumentazione della band, una vera chicca!
Il basso di John Taylor, la musica e lo stile glam, New Romantic, sono quello con cui hanno iniziato i Duran Duran nella loro carriera come band, ed io come musicista e come bassista sono sempre stata affascinata dal "groove" che mi coinvolgeva (e tutt'ora mi rapisce) nella loro musica. E' lui e i Duran Duran che per primi hanno acceso la scintilla della mia sete di musica, il loro stile creato unendo e mixando le loro diverse ispirazioni e i loro diversi background è stato lo stile perfetto sempre in continua evoluzione creativa.
Tutto questo è raccontato nel suo libro, in cui vengono raccolte anche foto, tante foto, emozioni, sensazioni, confessioni.
Credo sia un libro meraviglioso, senza artefatti, senza veli.
La vita di successo, soprattutto nel campo della musica, spesso si rivela dolce/amara, è per questo che bisogna stare attenti a ciò che si sogna e a ciò che si desidera di ottenere, di raggiungere, di diventare, perché non è semplice gestire il successo, è facile essere trascinati dalla magia degli eventi e perdere le redini della propria vita e non riuscire a guidare noi stessi e soprattutto il nostro relazionarsi con la nostra stessa vita e ciò che realmente siamo, e non il personaggio che gli altri vedono e ammirano o addirittura idolatrano o in alcuni casi imitano.
I Duran Duran hanno dato partendo dagli anni '80 dei nomi alla musica, alla moda, allo stile, e a tanto altro ancora.
John Taylor musicalmente ha avuto ed ha una carriera stellare, Duran Duran , Power Station, Neurotic Outsiders, solista per la colonna sonora del meraviglioso film 9 settimane e 1/2, e tantissimo ancora! Ci sarebbero ancora più di mille mila cose da dire, ma credo sia meglio che andiate a scoprirvele da soli leggendo questo meraviglioso libro.
Per chiudere questo post lascio le frasi del libro che mi sono entrate nel cuore e vorrei conservare, perché con queste parole, questa volta è stato lui un'altro dei miei "uomini col megafono".
"Al contrario, invece, tutti volevano divertirsi con me. Ma dietro quella faccia da party si celava un turbinio di paura, misto ad arroganza e solitudine. E a un'incredibile popolarità."
"Si parlò molto di onestà e di autenticità, una parola e un valore che da allora sono la mia fissazione. Vuol dire essere se stessi, senza bisogno di recitare una parte. Presentarsi al mondo per quel che si è, in tutta onestà."
"Chiunque può uscire su un palco di fronte a trentamila persone che hanno tutti i tuoi dischi, che conoscono a memoria le parole delle canzoni e si stanno godendo il momento. Ma se riesci a stare sul palco di fronte a otto persone e divertirti... allora forse sei un musicista nato. Mi resi conto che era possibile viversi male un concerto di fronte a migliaia di persone. La dimensione della folla non ha importanza, perché la gran parte dell'esibizione è in realtà un lavoro interiore. Avevo imparato ad affrontare ogni concerto come il più importante."
"Aiutami a tenere il mio turbolento ego sotto controllo. 
Aiutami a far sì che questa sia un'esperienza positiva per tutti. 
Aiutami a lenire le tensioni tra di noi. 
Aiutami ad allontanare le mie paure di fallimento"
"Oggi si suona.
E tu sei quel "fottuto" John Taylor!"
"L'unica cosa è suonare. 
Continuare a scrivere canzoni.
Finché avrò i calli sui polpastrelli, fino a quando manterrò alto l'entuiasmo di fare musica, sarò felice"
"Quel che non è cambiato sono le note che corrono su e giù per la tastiera del basso, e la pelle d'oca che ho ancora quando una nota scivola impercettibilmente nell'altra. L'adrenalina che sale grazie al tripudio della folla, che mi fa sentire come se avessi una mitragliatrice a quattro corde intorno al collo, a due metri di distanza da voi."
"Il mio cuore batte forte. Non c'è momento migliore di questo, quello in cui sto per salire sul palco e sento che il futuro mi appartiene. Ancora una volta è così."
xoxo Connor
Foto da qui
Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia del tuo passaggio, fammi sapere il tuo pensiero. Il tuo parere è la cosa più importante e i commenti sono la benzina per il mio blog! Grazie!