giovedì 25 luglio 2013

Book Corner - Obsidian


Sinossi

"Kathy è una blogger diciassettenne con un grande sense of humour, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia, noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa. Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell'incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma mentre subiscono un'inspiegabile aggressione, Daemon difende Kathy bloccando il tempo con un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Kathy, senza volerlo, c'è dentro fino al collo. Salvandola, l'ha marchiata con un'aura di energia riconoscibile dai nemici che li hanno aggrediti per rubare i poteri di Daemon. L'unico modo per attenuare questo pericoloso marchio è che Kathy stia più vicina possibile a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima..."


Titolo: Obsidian
Serie: Lux #1
Autore: Jennifer L. Armentrout
Formato: Rilegato
Pagine: 336
Editore: Giunti Editore (26 Giugno 2013)
Collana: Y
Prezzo: 12 Euro

Tempo Di Lettura: 2 giorni
________________________________
La scrittura con cui la Armentrout porta avanti tutto il libro è decisamente fresca, scorrevole, colloquiale, divertente e frizzante, leggero, grazie anche ai personaggi che ha creato la sua penna.
Inizio il libro e toh che cosa ti trovo subito subito?
La protagonista, Katy, è una blogger, bene, già mi sta molto simpatica. Lei ama più i libri delle persone e il fatto di non avere ancora un collegamento internet nella nuova casa in cui si è trasferita la destabilizza un po'. Sì, perché Katy e sua madre si sono trasferite in West Virginia dalla Florida per iniziare una nuova
Dopo alcuni giorni dal suo trasferimento fa la conoscenza dell'ormai famoso Daemon Black.
Daemon appunto, con questi ipnotici e brillanti occhi verde smeraldo come Dee, sua sorella gemella che sono i suoi nuovi vicini di casa, suoi coetanei, belli impossibili. Lei simpatica ed iperattiva, lui scorbutico, arrogante, maleducato, insopportabile.
Il tutto appunto accade nel momento in cui Katy vuole smettere di essere la ragazza chiusa in se stessa che è sempre stata e vuole essere meno ombrosa, ma socievole e più forte. Questo è il momento giusto per dimostrare a se stessa che può diventare una persona positiva e più attiva.
Dimostra di essere una persona coraggiosa e corretta, sicura di ciò che pensa e di come è. Una grande persona.
Comunque, la storia è divertente, lo sbaglio, l'unico sbaglio del libro sono delle somiglianze con dei personaggi della serie di Twilight, e mi distolgono da quello che sto leggendo. Perché per il resto filerebbe tutto liscio come l'olio!
Sono soddisfatta della storia. Mi piace, mi piacciono molti particolari, le leggende che raccontano, il sarcasmo di Katy, il modo in cui è stato costruito il suo personaggio. In attesa dei prossimi capitoli della serie Lux.
xoxo Connor
Foto by Connor
Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

giovedì 18 luglio 2013

Book Corner - Butcher's Crossing


Sinossi
""Bastava un solo sguardo, o quasi, per contemplare tutta Butcher's Crossing. Un gruppo di sei baracche di legno era tagliato in due da una stradina e poco oltre, su entrambi i lati, c'erano alcune tende sparse". Ecco lo sperduto villaggio del Kansas dove, in una torrida giornata del 1873, giunge Will Andrews, ventenne bostoniano affamato di terre selvagge. L'America sta cambiando, la ferrovia in breve scalzerà la tensione verso l'ignoto che aveva permeato il continente, lasciando solo il mito della frontiera. Eppure, il giorno in cui Will sente sotto i piedi la sua terra promessa, esiste ancora la caccia al bisonte, un'esperienza portentosa, cruenta e  fondante, archetipo della cultura americana.
E' questo che il ragazzo vuole: dimenticare le strade trafficate ed eleganti di Boston e rinascere in una terra che lo accolga com parte integrante della natura. Ma in questi luoghi lontani dalla costa orientale e dalla metropoli gli uomini sono legnosi, stremati dall'attesa di un riscatto mai ottenuto e negli occhi custodiscono tutta l'esperienza del mondo. La caccia, l'atroce massacro di cui Will si rende complice, è un momento in cui si addensano simbologie, dove il rapporto tra l'essere umano e la natura diventa grandiosa rappresentazione, ma soprattutto è un viaggio drammaticamente diverso da ciò che il ragazzo si aspettava, da quel che immaginava di scoprire su se stesso e sul paese.
Rito iniziatico, memoriale della fine di un'epoca, Butcher's Crossing è una riflessione sul rapporto tra l'essere umano e la natura, il racconto di una rivoluzione personale e collettiva che si produce sullo sfondo di un paesaggio quasi mistico.
Ci sono voluti cinquant'anni per riscoprire John Williams e ora che il lettore italiano ha celebrato la pubblicazione di Stoner, ecco l'altro capolavoro di uno dei più significativi scrittori americani del secolo scorso."
Titolo: Butcher's Crossing

Autore: John Williams
Formato: Rilegato
Pagine: 359
Editore: Fazi (7 Marzo 2013)
Collana: Le strade
Prezzo: 17,50 Euro

Tempo Di Lettura: 3 Giorni
________________________________
Ho acquistato questo libro un po' inaspettatamente, l'avevo già preso di mira, ma non era in realtà nella mia lista dei libri d'acquistare nell'immediato.
Ad ogni modo la copertina ha colto il mio interesse sin da subito, e devo sottolineare il fatto che anche l'interno della copertina è rivestito con la stessa carta decorata della sovraccoperta, bellissima!
Devo innanzitutto dire che questo libro è stato pubblicato in Italia recentemente, ovvero nel Marzo 2013, ma in realtà questo libro di John Williams è stato pubblicato negli Stati Uniti nel 1960.
E' uno spaccato della vita del famoso West, il selvaggio West in cui il giovane ventenne Will Andrews viaggia per poter cercare qualcosa in cui potersi rifugiare, nascondere, crescere, e poter cercare qualcosa che nella vita cittadina non esiste più ed è stato dimenticato sommerso dalla freneticità della vita.
Arriva in questo posto polveroso e dimenticato da tutti nel Kansas chiamato Buther's Crossing e formato da poche baracche con un Hotel, un Saloon e dei cacciatori, con i quali riesce ad organizzare e ad investire i propri soldi in una epocale caccia al bisonte.
Così con i suoi nuovi compagni di viaggio parte alla ricerca di una valle in cui molti anni prima erano stati avvistati migliaia di bisonti. Questo viaggio lo porterà a dei cambiamenti fisici e mentali e la caccia al bisonte non sarà una semplice caccia, ma un gioco al massacro che anche la storia americana ancor'oggi ci ricorda e riporta in libri, film, leggende...
I colpi del fucile del suo compagno di caccia Miller che cadenzati, spietati, non si fermano, continuano a risuonare nella bellissima valle, nella testa di Will, sono un loop sonoro mortale che entra sin nelle ossa e che se affiancato alla descrizione della distesa infinita di bisonti diventa il manifesto di ciò che è stata veramente in quegli anni la caccia senza freni.
Will ha dei compagni di viaggio che sono degli ottimi conoscitori del paese e bravissimi nelle tecniche di sopravvivenza anche in situazioni estreme, ma non bisogna mai allentare la tensione e credere di averla fatta franca.
Il West è selvaggio, la natura è selvaggia, e per quanto l'uomo possa essere spietato e crudele bisogna ricordarsi che c'è sempre uno scotto da pagare e per ogni cosa tolta ingiustamente ed avidamente a Madre Natura, bisogna ripagarne il prezzo.
Le frasi del libro che vorrei conservare
"Sentiva che ormai, ovunque vivesse, ora come in futuro, si sarebbe sempre più allontanato dalla città, per ritirarsi nella natura selvaggia. Sentiva che quello era il senso più profondo che potesse dare alla sua vita, e gli sembrava che tutti gli eventi della sua infanzia e della sua gioventù l'avessero condotto in modo inconsapevole fino a quell'istante, in cui si preparava al volo."
"Nasci e ti allattano con le bugie, poi ti svezzano dalle bugie finché non ne impari altre a scuola, più raffinate. Vivi di bugie per tutta la vita, e poi forse, quando sei pronto per morire, ti viene in mente che non c'è nient'altro, nient'altro che te stesso e quello che avresti potuto fare. 
Solo che non l'hai fatto, perché tutte quelle bugie ti hanno fatto credere che c'era qualcos'altro. Allora pensi che avresti potuto conquistare il mondo, perché sei l'unico che conosce il segreto. Solo che ormai è troppo tardi. Perché ormai sei troppo vecchio."
"Non puoi concludere niente in questo posto, finché ci resti. 
E' troppo grande, e vuoto, e ti riempie di bugie. 
Se vuoi farcela, devi scappare per forza. 
E soprattutto, basta con i sogni. 
Prenderò quello che capita quando mi capita, senza pensare a nient'altro".

xoxo Connor
Foto by Connor
Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

giovedì 4 luglio 2013

Book Corner - L'Inganno della Morte


Sinossi

"Daniel è un ragazzo di sedici anni. Nel suo paese ogni estate si tiene un evento speciale, la Festa delle Fiamme. Nove ragazzi prescelti, che indossano ciascuno un costume diverso, si sfidano nel superare prove e ostacoli di ogni genere. Uno solo è il vincitore, acclamato e osannato da tutti. Daniel è uno dei prescelti. Dopo una lunga preparazione, il giovane vince: è lui l'eroe della Festa delle Fiamme. La vita però sa riservare sorprese e imprevisti. E così, proprio la notte della vittoria, Daniel muore. Forse ucciso, forse no. Catapultato in un mondo nuovo, l'Oltretomba, e guidato da tre Maestri, il ragazzo cercherà di ricostruire il mistero della sua morte. Nel frattempo, una bambina dal nome armonioso, Cybele, lo accompagnerà alla scoperta di uno dei viaggi più entusiasmanti che si possono fare. Da vivi o da morti. Il viaggio alla scoperta dell'amicizia. Ricreando perfettamente un "mondo altro" e misterioso come l'Oltretomba, Guglielmo Scilla crea un romanzo fantastico e fantasioso."

Titolo: L'Inganno Della Morte

Autore: Guglielmo Scilla

Formato: Copertina Flessibile

Pagine: 332
Editore: Kowalski (8 Maggio 2013)
Collana: Narrativa
Prezzo: 14 Euro
Tempo Di Lettura: 4 giorni
________________________________
Questo romanzo "L'inganno della Morte" di Guglielmo Scilla, prima della lettura ha avuto tre punti di forza che mi hanno attirata all'acquisto come specchietti per le allodole.
Ormai anche le pietre sanno che per me una combinazione del genere può essere fatale e  può portarmi all'acquisto ed alla lettura sicura: la copertina, il titolo e la trama.
L'autore Guglielmo Scilla io non lo avevo mai sentito nominare prima, e le informazioni che vengono riportate sullo stesso dal libro sono queste:
"Guglielmo Scilla, in arte Willwoosh, è esploso in rete con i suoi esilaranti video blog autoprodotti. I suoi video su YouTube hanno raggiunto in breve milioni di clic, facendolo emergere come un nuovo fenomeno mediatico. Conduce il programma A Tu per Gu su Radio Deejay.
Per Kowalski ha pubblicato il bestseller 10 regole per fare innamorare e il libro ispirato alla webseries Freaks!. L'inganno della morte è il suo primo romanzo."
Il romanzo inizia con Daniel il protagonista sedicenne che torna nel suo paese dove ogni estate viene celebrata la Festa delle Fiamme e dove solamente nove ragazzi possono partecipare.
Daniel è uno di questi "eletti" che è stato sorteggiato e dovrà correre per un percorso pieno di ostacoli e trappole di ogni genere, non solo, i ragazzi dovranno indossare dei costumi che richiamino l'animale al quale sono stati abbinati durante l'estrazione.
La sua vergogna non si misura, lui non vuole partecipare, no e poi no, ma grazie alla dolcezza e alla contentezza di sua nonna per essere stato scelto, alla fine si ritrova coinvolto.
Bene, a dispetto di ogni previsione Daniel corre,  riesce ad arrivare alla fine di questo lungo ed estenuante percorso, e non solo, la vittoria sarà sua. Il solo ed unico vincitore che sarà portato in trionfo da tutti quanti in mezzo ad onori e glorie!
Proprio poco dopo la vittoria però Daniel troverà la morte. Sì, Daniel muore. Ucciso? Non si sa. Lui crede di sì. E così non finisce la storia di questo libro... ma state bene a sentire: inizia.
Sì perché da ora il protagonista si troverà in un nuovo mondo, il regno dei morti, ma avrà la possibilità di tornare nel mondo dei vivi accompagnato da Cybele la bianca ragazzina che aveva già incontrato in vita, e vorrà risolvere l'enigma della sua morte.
Scoprirà un mondo nuovo in cui vivrà ancora il sentimento forte dell'amicizia e della lealtà, un mondo in cui tutto è nuovo dal corpo al modo di vestirsi, dalla magia al ciclo del tempo... e la pioggia che non cessa mai di cadere.
Per quanto mi riguarda la mia lettura, questo romanzo è stato suddiviso in tre tempi, ovvero, l'inizio con tutta la Festa delle Fiamme fino alla morte di Daniel che nonostante sia ben noto e ribadito, si spera comunque lo stesso che non arrivi, e che la trama indicata sia follemente sbagliata. È coinvolgente, incuriosisce, ed è una storia tutta nuova!
Poi c'è un momento di transazione, nel quale ho sentito un po' tutto il meccanismo che reggeva il mio interesse scricchiolare e andare avanti macilento.
Ed infine la terza parte, quella che ti risucchia nel vortice del "ci sto dentro è troppo fico e devo assolutamente sapere come finisce!!".
Nel passaggio intermedio non sono assolutamente mancati ingredienti per rendere interessante la storia e soprattutto è ricca di parti importantissime e fondamentali per la costruzione di tutta la la trama molto strutturata.
Secondo me in quella parte è mancato proprio quel "quid" in più, quel pizzico di vivacità e di sapore particolare che contraddistingue le narrazioni uniche e geniali dalle narrazioni "solamente" belle.
Devi avvinghiare il mio interesse con tutto te stesso e trascinarlo con te nella storia, proprio come accade nella terza parte della lettura, e anche lì bisogna sempre stare molto attenti a tutti i dettagli ed agli incastri della trama, delle storie, delle leggende e di tutto quanto. Nulla è narrato per caso in tutto il libro, per cui attenzione a cogliere ogni minimo particolare!
Ciò è molto divertente per il lettore ed è frutto di un autore molto acuto e ricco di fantasia (a questo punto sfido chiunque a dire il contrario!) e secondo me in grado di scrivere molti altri libri, sempre migliori!
In finale dico che questo libro è bello, molto bello, fa divertire, entusiasmare e tocca profondamente il cuore. Si spera, si spera di trovare una soluzione per Daniel, si spera di creare noi la fine del libro che vogliamo.
Siccome io sono ormai la "Signora-delle-richieste-dei-sequel" ora io vorrei che questa storia, queste storie, potessero continuare, perché sapete, mi sono affezionata a questi personaggi, che per tutta la storia ti chiedi se stanno coi buoni o coi cattivi, e poi scopri che i buoni sono i cattivi e i cattivi sono i buoni, e poi vai avanti e scopri che avevi ragione prima, e poi... e poi vorresti che continuasse!
Bene! Bravo! Bis!
Qui le frasi che vorrei conservare di questo libro:
"Gli avevano detto che amare era un atto di coraggioso egoismo. Ma in quel momento non vedeva né egoismo, né coraggio. L'amore era una cosa diversa. In quel momento preciso, amore era avere le vertigini quando non sei tu a sporgerti."
"Nulla ci spinge a cambiare più della vergogna per ciò che siamo." 
"Diffidente, scontrosa e tagliente, sapeva essere anche molto enigmatica, come un castello di carte di vetro. Chiunque avrebbe potuto distruggerlo con un soffio, rischiando però di ferirsi con le schegge."
xoxo Connor
Foto by Connor
Disclosure: Questo prodotto è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale

Travel Corner - Alghero

Tra fine Giugno ed inizio Luglio ho raggiunto i miei genitori ad Alghero, in Sardegna, dove stavano trascorrendo le loro vacanze, e dove ho avuto l'onore di vedere degli amici di famiglia molto cari.
Nonostante la mia famiglia non abbia radici Sarde, Maman e sua sorella sono nate in Sardegna, proprio ad Alghero, e lì hanno trascorso una parte molto bella della loro vita.
Quest'anno ho deciso di fare qualche foto e di pubblicarle in questo post, per descrivere alcune delle tappe del mio soggiorno Algherese.
xoxo Connor
Villa Maria Pia





Giardino delle cantine Sella & Mosca

Vigneti Sella & Mosca
                                                                                   
Complesso nuragico di Palmavera
                       
Oleandri on the road

Il cristallino mare sotto le mura di Alghero vecchia

Guardando verso ovest








 Foto by Connor