giovedì 22 agosto 2013

Book Corner - Stryx. Il Marchio Della Strega

Sinossi
"Dopo aver vissuto in Inghilterra, Sarah, una potente strega, torna a Salem decisa a ricominciare una nuova vita senza la magia. Inaspettatamente, giunge la sorella minore, Susan, strega intrigante e perversa che ha scelto di passare al lato oscuro per la sete di potere, determinata a sconvolgere l'esistenza di Sarah e degli ignari studenti del liceo di Salem. La vita scolastica si rivela fin da subito molto più dura del previsto. L'unico apparentemente interessato a conoscerla è un giovane dai grandi occhi grigioazzurro, Scott, il solo ad essere in grado di risvegliare in lei antichi sentimenti che credeva ormai essere assopiti. Ma Salem ben presto comincerà ad essere sconvolta da numerosi delitti inspiegabili, il cui unico filo conduttore sarà un marchio a forma di "S" posto sulle vittime. Le strade della cittadina diventano pericolose trappole mortali, e a Sarah non resterà altro che affrontare il suo oscuro passato per poter salvare le altre giovani streghe e se stessa."
Titolo: Stryx. Il Marchio Della Strega

Autore: Connie Furnari
Formato: Copertina Flessibile
Pagine: 292
Editore: Edizioni della Sera (5 Dicembre 2011)
Collana: Spade d'Inchiostro
Prezzo: 12 Euro

Tempo Di Lettura: 3 Giorni
________________________________
Italians Do It Better!
Questa volta è il caso di ribadirlo con il punto esclamativo!
Sono sempre stata molto scettica per quanto riguarda la capacità creativa e narrativa degli autori nostrani per quanto riguarda il settore Fantasy, Urban Fantasy, Paranormal... e così via, ma ultimamente mi sto ricredendo. Connie Furnari (qui il suo blog) è un'autrice nata a Catania e laureata in Lettere e da sempre dedita alla scrittura, ha vinto nel 1995 il "Premio Superga" a Torino ed altri premi per racconti e poesie!
E continua a scrivere oggi evidenziando il lato più gotico della sua abilità narrativa.
Questo di Stryx possiamo includerlo nel genere Urban Fantasy - Young Adult. Già dalle prime pagine uscivo ogni tanto dalla lettura per sincerarmi che davvero l'autrice fosse Italiana, perché è un libro da far invidia ai tanto osannati (me per prima) autori d'oltreoceano.
Veniamo al romanzo, la storia è ambientata a Salem, cittadina che divenne tristemente famosa nel diciassettesimo secolo per la spietata caccia alle streghe che vi si tenne.
Protagonista è la sedicenne (ormai da trecento anni) Sarah e sua sorella gemella Susan: due streghe che durante la loro vita hanno vissuto tantissime esperienze e imparato con la loro sola determinazione e forza d'animo i trucchi del mestiere.
Sarah è una dolcissima, modesta ma molto determinata ragazza dai capelli rossi, mentre sua sorella è bionda con un carattere spavaldo e un atteggiamento da vamp che cerca sempre di mettersi in mostra per essere al centro dell'attenzione, soprattutto con i ragazzi attraenti.
A Salem le due ragazze vogliono iniziare una nuova vita andando al liceo e cercando di fare una vita normalissima, sempre per quanto sia possibile essendo streghe...
Sin da subito le cose non vanno come previsto perché tra gli incontri che fanno nell'istituto scolastico ce n'è uno in particolare che sconvolge le emozioni di Sarah.

Streghe ci si nasce o ci si diventa? In questo libro potremmo avere delle risposte a questa domanda grazie alle due sorelle e alle nuove generazioni di  streghe di Salem che incontreranno durante il loro cammino.
Una cittadina ormai divenuta tranquilla, una cittadina in cui le streghe possono vivere tranquillamente in "incognito", così sembrerebbe, ma in realtà non possono mai stare tranquille e vivere la loro esistenza in pace perché c'è chi gli da la caccia da generazioni, da secoli... i Cacciatori di Streghe.

L'odio tra i Cacciatori e le Streghe è ormai un sentimento atavico, ma deve essere per forza così? Non può cambiare?
L'opinione pubblica ormai da che la storia ha memoria, ha la certezza che le Streghe siano delle impersonificazioni del maligno e delle serve del male, e portate a condurre gli uomini ad azioni aberranti e negative. Ma è questa la verità?
In alcuni personaggi del libro si intravedono elementi di dualità di bene e male, di bontà e maligno, il loro essere "umani" è veramente ben costruito e la psicologia e il carattere di ogni personaggio è ben strutturato.
In questo romanzo Connie Furnari con un narrare fresco e scorrevolissimo alterna il racconto della vita attuale di Sarah e Susan ad episodi risalenti al Diciassettesimo secolo, dei flashback della loro vita passata e grazie a ciò scopriremo delle verità importanti sulla loro vita e sulla vita delle streghe di Salem.
La lettura di questo libro è stata veloce, interessante ed intensa. L'autrice fornisce ogni dettaglio di innumerevoli particolari, cura molto le descrizioni dei personaggi, dal loro abbigliamento a cosa mangiano, bevono, le loro espressioni, il modo in cui modulano la voce, i movimenti che fanno, le emozioni, i gesti.

Quindi streghe, magia, male, bene, Halloween, amore, amicizia, odio, amore fraterno: questi i temi più rilevanti.
xoxo Connor
Foto da qui
Disclosure: Questo prodotto è stato inviato a Connor dall'autore a scopo di valutazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia una traccia del tuo passaggio, fammi sapere il tuo pensiero. Il tuo parere è la cosa più importante e i commenti sono la benzina per il mio blog! Grazie!